2

L’inter ci prova per Verdi del Bologna, ed offre Karamoh come contropartita

L’Inter è concentrata sul presente, ma guarda con molta attenzione anche al futuro. Gli uomini mercato nerazzurri sono sempre al lavoro e monitorano la situazione sia in Italia che in Europa e tra i tanti giovani tenuti sotto stretta osservazione, c’è anche il trequartista del Bologna Simone Verdi. L’ex Milan sta vivendo una grande stagione sotto la guida di Donadoni e ha dimostrato di avere grande tecnica e personalità e di saper utilizzare entrambi i piedi. Non sarà facile strapparlo ai rossoblù, ma l’Inter potrebbe avere un’arma segreta.
Potrebbe essere Yann Karamoh, 19enne attaccante esterno acquistato in estate dal Caen, la carta dell’Inter per arrivare a gennaio a Simone Verdi. Il fantasista del Bologna è diventato l’obiettivo numero uno per rinforzare il reparto offensivo a gennaio, considerando che un altro giocatore sul taccuino del ds Ausilio, Chiesa, ha una valutazione che a inizio 2018 l’Inter non potrà avvicinare. Verdi non costa poco – il Bologna non lo vuole vendere e non lo farà per meno di 20 milioni -, ma l’Inter è convinta che a gennaio, magari con la squadra di Donadoni già tranquilla in chiave salvezza, si potrà trovare il modo di accordarsi con i dirigenti rossoblu. L’Inter pensa a un prestito con obbligo di riscatto, come fatto per Gagliardini nel gennaio passato, e per agevolare l’operazione potrebbe prestare al Bologna il giovane Karamoh: una cessione temporanea di 6 mesi o, perché no, di 18 (ovvero fino al 30 giugno 2019), per dare agli emiliani un sostituto di ruolo di Verdi e permettere al francese di avere maggiore continuità di rendimento, crescere e diventare così un giocatore in grado di dire la sua anche nell’Inter.

 
 
 

About the author

Nato il 29/07/1997 a Napoli. Pane, calcio e mercato. Perito informatico, giornalista sportivo con un piede in conduzione. Volto televisivo di TeleClubItalia. Direttore di AreaCalcio.it e redattore di TuttoNapoli.net.

More posts by | Visit the site of Giuseppe Apicella

 
 
 
shared on wplocker.com